Fondazione Montagna Italia

martedì 29 luglio 2014
   

La ''notizia'' del Consiglio Nazionale dell'Uncem, riunito alla Camera venerdì 25 luglio, e' la costituzione della Fondazione Montagne Italia, lo strumento operativo a cui Uncem e Federbim stanno per dare vita mettendo insieme patrimonio, risorse, competenze e reti territoriali.

Una realta' che si muovera' a sostegno delle due associazioni per assicurare alle comunita' locali delle montagne italiane  il massimo sostegno nei progetti di sviluppo, di formazione e di ricerca sul territorio.

 ''Questa fondazione - dice il Presidente Uncem Enrico Borghi - e' il punto di approdo del percorso di integrazione con Anci siglato nel 2010 e contribuisce a definire il nuovo organigramma operativo dell'associazionismo italiano in un quadro di innovazione. L'agenda per le aree montane che abbiamo davanti e' ricca di opportunita'. Dai fondi per lo sviluppo rurale alla macroregione alpina alla legge per i piccoli comuni e aree interne al collegato ambientale sono molti i provvedimenti che creano spazi di intervento per le nostre aree. Ma per non disperdere queste risorse e' necessario uno strumento snello che possa guidare le nostre comunita' per sfruttare al meglio le opportunita' provenienti dai fondi europei e da quelli nazionali.

La "Fondazione Montagne Italia" presenta il grosso vantaggio di nascere con un patrimonio gia' consolidato di competenze, esperienza e reti di contatto sul territorio. Ma al tempo stesso la sua natura giuridica ci permettera' di semplificare le procedure e ottimizzare i tempi di intervento. Con un obiettivo: ottenere l'equa compensazione dei servizi ambientali, principio che i bacini imbriferi gia' applicano e che, anche attraverso la legge per i piccoli comuni e le aree interne di cui sono relatore insieme all'On. Realacci, stiamo cercando di rendere legge dello Stato''.

Gli interventi dei membri del Consiglio Nazionale Uncem - che hanno approvato all'unanimita' - hanno tutti colto la prospettiva che si apre per i nostri territori con questo nuovo strumento e manifestato la massima disponibilita' a lavorare insieme sui territori, dentro il quadro di definizione della nuova politica per le montagne condotta a livello nazionale e per la quale gli amministratori delle terre alte italiane intendono essere protagonisti, partendo dall'attuazione della legge Delrio e dalla nascita delle Unioni dei comuni montani in tutte le regioni.

 

Fonte: http://www.uncem.it

 

Patrocini