Perdere biodiversità forestale può costare 500 miliardi di dollari

giovedì 20 ottobre 2016
Perdere biodiversità forestale può costare 500 miliardi di dollari

Cinquecento miliardi di dollari, in termini di produttività mancata, è quanto può costare la perdita di biodiversità nelle foreste del mondo.

La stima è stata elaborata un team di ricercatori dell'università della Virginia, che ha pubblicato uno studio sulla rivista Science.

Una perdita pari al 10% della biodiversità forestale comporta una perdita del 2-3% della produttività delle foreste in termini di biomasse. Tradotto in moneta, il valore della biiodiversità nel mantenere la produttività è quantificabile tra 166 e 490 miliardi di dollari a livello globale, cifra molto più alta di quanto costerebbe preservare e custodire le foreste.

Gli esperti hanno analizzato 777mila aree di campionamento in 44 nazioni e 13 ecoregioni, prendendo in esame 30 milioni di alberi di oltre 7mila specie.

Stando ai risultati, il costo di una ridotta biodiversità non è uguale per tutti.

A pagare di più in termini di perdita di produttività sarebbero Amazzonia, Golfo di Guinea, Africa sudorientale, Cina meridionale, Myanmar, Nepal e arcipelago malese.

Fonte: www.ansa.it

Patrocini