News per gli amanti della fotografia

lunedì 4 agosto 2014
   

 

 

Tra le molte proposte segnaliamo tre interessanti iniziative per gli amanti della fotografia.


 

“I Cambiamenti climatici nelle Alpi – impatti, strategie ed iniziative della gente” 
Concorso fotografica , scadenza 26 settembre 2014.


Documentate gli effetti dei cambiamenti climatici nelle Alpi, mostrate le vostre preoccupazioni personali, illustrate le strategie di contrasto adottate nella tua regione, o semplicemente prendetela con ironia e vincete dei premi. 
Partecipate all´edizione 2014 del concorso fotografico della Convenzione delle Alpi e aiutateci a documentare quanto reali siano i cambiamenti climatici nelle Alpi. Il 2015 sarà un anno cruciale con la 21esima Conferenza Mondiale sul Clima la quale porterà alla stipula dei nuovi accordi e protocolli che succederanno a quelli di Kyoto. 

Le migliori 12 fotografie saranno utilizzate per il calendario 2015 del Segretariato Permanente della Convenzione delle Alpi ed inoltre saranno selezionate per la futura mostra fotografica. 
Insieme a tre copie del calendario i vincitori del concorso fotografico riceveranno inoltre un premio.

 

Per saperne di più: http://www.alpconv.org/it/activities/contest/photocontest2014/default.html

 

*****************

 

"Le Città alpine alla ricerca della qualità della vita"

Concorso fotografica , scadenza 5 settembre 2014.

 

Quali sono gli elementi essenziali del buon vivere?

Le "Città alpine dell'anno" cercano risposte con un concorso fotografico comune e premiano le migliori idee con un viaggio gastronomico. Una presentazione sintetica del concorso.

Tutti gli abitanti delle città alpine sono invitati a rappresentare la qualità della vita nella loro città in una o più immagini.

Leggere un libro nel parco cittadino mentre i bambini costruiscono una casetta su un albero, ascoltare musica nella Piazza internazionale sorseggiando un bicchiere di vino, andare al lavoro a piedi o in bicicletta sicuri e senza code. Quali sono gli elementi veramente importanti per la qualità della vita? Le "Città alpine dell'anno" - 14 città dello spazio alpino che lavorano insieme per lo sviluppo sostenibile dello spazio vitale, economico, culturale e naturale delle Alpi - cercano risposte con un concorso fotografico.
Possono partecipare tutte le persone che abitano in una delle "Città alpine dell'anno" che organizzano il concorso. La fotografia più bella da ciascuna città sarà premiata con un viaggio gastronomico: il vincitore riceverà un cesto regalo con specialità gastronomiche da un'altra "Città alpina dell'anno".
La scadenza per l'invio è il 5 settembre 2014. Le fotografie più belle e originali da ciascuna "Città alpina dell'anno" saranno presentate il 27 ottobre.

I criteri di presentazione, i membri della Giuria e maggiori informazioni sono disponibili su: www.alpenstaedte.org/it/progetti

 


***************

 

"La biodiversità delle praterie alpine nelle Alpi Occidental"

Mostra fotografica al Forte di Exilles visitabile dal 2 agosto al 7 settembre 2014.

 

Si tratta di una raccolta di fotografie dedicata alla biodiversità delle praterie alpine.

La mostra, a cura di Bruno Bassano, Antonello Provenzale e Ramona Viterbi, grazie a una collaborazione fra il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, l’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima del Consiglio Nazionale delle Ricerche, il Parco Nazionale Gran Paradiso e il Parco Naturale Orsiera-Rocciavré, è costituita da un centinaio di immagini fotografiche dedicate alla biodiversità delle praterie alpine, alla complessa rete di rapporti trofici che caratterizza questi ecosistemi e alle strategie utilizzate dalle piante e dagli animali per affrontare le difficoltà associate all’ambiente di alta montagna.

Attraverso l’esempio delle praterie d’alta quota, viene proposto un approccio “ecologico” che privilegia la presentazione dei meccanismi che regolano la dinamica degli ecosistemi e rendono possibile la diversità degli organismi viventi. Vengono anche evidenziati i cambiamenti in corso nell’ambiente montano, a causa del riscaldamento globale e della modifica delle pressioni antropiche.

La mostra, organizzata in cinque sezioni, rappresenta un progetto di divulgazione che, unendo la passione e la competenza dei fotografi naturalisti che hanno fornito le immagini con le attività di ricerca scientifica, intende costruire una piccola “storia naturale per immagini” delle praterie alpine e della biodiversità che esse ospitano.

Per saperne di più:http://www.fortediexilles.it

 

 

Patrocini