Lo stato del mercato forestale del carbonio In Italia 2013

venerdì 2 maggio 2014
   
L'indagine "Stato del mercato forestale del carbonio in Italia 2013" presenta l'analisi del mercato volontario dei crediti forestali generati da progetti in Italia o da organizzazioni italiane all'estero.Alla compilazione del questionario proposto dal Nucleo Monitoraggio del Carbonio Inea hanno partecipato 12 organizzazioni italiane.
I risultati del 2013 rispetto al 2012 evidenziano una variazione nella stima dei volumi delle transazioni, passando da 244.181 tCO2eq scambiate nel 2011 a 144.515 tCO2eq nel 2012, diminuzione dovuta in parte anche al minor numero di partecipanti rispetto allo scorso anno.
Tra gli attori che hanno partecipato al questionario, otto hanno dichiarato di appartenere alla categoria sviluppatori di progetto, uno opera come broker e i rimanenti 3 soggetti appartengono alla categoria mercato "strutturato".
I prezzi rilevati variano da un minimo di 2,55 a un massimo di 67 €/tCO2eq.
Il prezzo medio ponderato ricavabile dai dati a disposizione si attesta intorno ai 7 €/tCO2eq, il che porta a stimare per i progetti italiani un valore complessivo dei volumi venduti di oltre 1.01 M€ per l'anno 2012, un valore ben al di sotto delle transazioni del 2011 che ammontavano a 2.02 M€.
La tipologia più ricorrente di progetti sono afforestazioni e riforestazioni che impiegano specie native.
Le organizzazioni principalmente coinvolte nello sviluppo di progetti sono no profit.
 
 
 

Patrocini