“Nei nostri boschi un business da 200 nuovi posti di lavoro”

mercoledì 11 aprile 2018
“Nei nostri boschi un business da 200 nuovi posti di lavoro”

Duecento nuovi posti di lavoro in tutto il Biellese e produzione di pellet e materiali per il riscaldamento domestico destinati a incrementare le opportunità di impresa sul territorio.

E' questo l'obiettivo di Uncem a seguito dell'approvazione, da parte del governo, del nuovo Codice Forestale.

Ad essere licenziate, dopo un iter durato più di due anni, sono le norme che ufficialmente riconoscono nei 12 milioni di ettari di foreste italiane un patrimonio inestimabile. Un valore destinato a generare benessere, salute e ricchezza per l'intera filiera del legno e che, in Piemonte, potrebbe portare 2 mila nuovi posti di lavoro.

«Grazie a questo Codice il bosco non è più un patrimonio solo da contemplare – spiega il presidente di Uncem Enrico Borghi -, bensì da gestire efficacemente con turni di taglio regolari per evitare la desertificazione, le crisi idriche e il dissesto idrogeologico. Il testo della nuova legge porterà vantaggi non solo alle aree montane, ma alle intere collettività».

In tutto il Piemonte la superficie dei boschi è di un milione di ettari, di cui 295 mila sono abbandonati.

Questo Codice nel Biellese assume un’importanza particolare se si pensa che, nell’intera provincia, sono quasi 40 mila gli ettari di bosco presenti (10 mila quelli senza una gestione attiva) che potrebbero potenzialmente generare 430 mila tonnellate di materiale da triturazione per energia.  

Fonte: www.lastampa.it

Patrocini