Nasce la chitarra in legno sostenibile

giovedì 22 marzo 2018
Nasce la chitarra in legno sostenibile

Nasce in Friuli Venezia Giulia la prima chitarra classica italiana realizzata in legno sostenibile.

Lo strumento, realizzato a Manzano (Udine), debutterà il 23 marzo alle 20.45 al Teatro Comunale di Maniago (Pordenone) nello spettacolo "E tornerem a baita", storie dalle Dolomiti cantate e disegnate da Erica Boschiero e Paolo Cossi con la partecipazione di Sergio Marchesini.

La realizzazione di una chitarra "sostenibile" - spiega Forest Stewardship Council (Fsc), ong internazionale che attesta la provenienza della materia prima da foreste gestite secondo alti standard ambientali, sociali ed economici - è frutto dell'impegno dell'esperto di legnami e manzanese doc Gianni Cantarutti che, attraverso l'associazione Culturalegno ha coinvolto nel progetto il liutaio goriziano Marco Lorenzon.

Il risultato è uno strumento che racchiude sette specie differenti di legni: Abete Rosso, Mogano, Rovere Chiaro e Scuro, Betulla, Pao Ferro e Ovangkol. "Tutti sostenibili perché certificati dal Fsc", afferma Cantarutti. "La chitarra, esattamente come gli alberi - aggiunge Lorenzon - è frutto di un lavoro lento ma ostinato, una sinfonia di passione e dedizione. Scegliendo di impiegare solo legni sostenibili abbiamo voluto ripagare la natura per la risorsa rinnovabile che ci ha donato". Lo sforzo è stato dunque ricompensato con la certificazione di progetto Fsc rilasciata dall'Ente di Certificazione Icila/Csi s.p.a, che attesta appunto l'utilizzo di materia prima legnosa (oltre il 95%) certificata Fsc.

La produzione di chitarre "sostenibili", ricorda Fsc, non è una novità a livello mondiale: "la statunitense Martin & Co è infatti fra i più attivi e convinti produttori di chitarre con legno certificato Fsc, ma quella prodotta dal liutaio Marco Lorenzon in collaborazione con Gianni Cantarutti di Culturalegno è di fatto la prima chitarra che utilizza legni Fsc ad essere prodotta artigianalmente - e certificata con certificazione di progetto - in Italia". "L'auspicio ovviamente è che questo progetto possa aprire le porte ad altre certificazioni nel settore della produzione artigianale di strumenti musicali" spiega il direttore di Fsc Italia, Diego Florian.

Il progetto si inserisce nella scia di un fenomeno - quello dell'utilizzo di legno da fonti responsabili certificate Fsc - in costante crescita e che in Friuli Venezia-Giulia coinvolge attualmente 185 imprese (piccole, medie, grandi e consorzi), che hanno deciso di intraprendere questo percorso come fattore di competitività nel mercato unita alla sostenibilità, a cui si aggiungono le circa 2.100 aziende sparse su tutto il territorio nazionale.

Il viaggio della chitarra sostenibile continuerà sabato 24 marzo a Silea (Treviso), al Centro Tamai alle 21, e domenica 25 marzo a Padova (Teatro Verdi, alle 10) con lo spettacolo "Alberi" con Vasco Mirandola ed Enrico Milani.

Fonte: gds.it

Patrocini